Il Cammino di Santiago, il pellegrinaggio più famoso d’Europa

Il Cammino di Santiago
 

Per oltre un millennio il Cammino di Santiago è stato battuto da milioni di pellegrini, partiti dalle maggiori capitali europee, diretti alla maestosa cattedrale posta al centro della piazza di Santiago de Compostela, città spagnola, capoluogo della regione autonoma Galizia.

Il significato di questo straordinario progetto architettonico, le cui fondamenta furono posate nel 1075, non può essere sottovalutato, poiché si ritiene che al suo interno riposino le spoglie dell’apostolo San Giacomo il Maggiore, il primo dei dodici ad essere martirizzato.

Il Cammino di Santiago: origini del cammino

Dopo la decapitazione, avvenuta nella primavera del 42 d.C, il corpo di San Giacomo fu prelevato in fretta e furia da Gerusalemme, portato nel nord della Spagna e ivi seppellito. Secondo la leggenda, il luogo della sepoltura fu scoperto da un pastore che, di rientro dalla giornata di pascolo, vide una luce brillante nel cielo notturno.

Dopo questo evento miracoloso il luogo venne denominato campus stellae (“campo della stella”), da cui deriva l’attuale nome Santiago de Compostela.

Il Cammino di Santiago: pellegrini da vicino e lontano

Il Cammino di Santiago- ConchigliaIn tutta Europa, in particolar modo durante il Medioevo, i pellegrini hanno iniziato a portare offerte ed omaggi a Santiago de Compostela in segno di penitenza ed indulgenza cristiana. Il viaggio divenne un importante rito di passaggio per tutti i veri credenti.

Sebbene i pellegrini partissero da molti punti divergenti, tendevano a riunirsi lungo rotte comuni. Questo aveva senso per una serie di ragioni: in primo luogo, c’era sicurezza nei numeri, che garantiva maggiore serenità ai pellegrini durante il cammino; in secondo luogo, viaggiare insieme ha dato loro occasione di entrare a contatto con realtà, culture e pensieri diversi del proprio. 

È bene ricordare e sapere che non esiste solo un cammino di Santiago. Ne esistono infatti 8 ed i più famosi sono: il Cammino alla Francese e il Cammino del Nord.

La vieira, simbolo del Cammino di Santiago

La conchiglia di Santiago, chiamata concha de vieira in spagnolo, originariamente è l’oggetto che il pellegrino riceveva al suo arrivo a Santiago, e che testimoniava il compimento del suo cammino. Oggi è riconosciuta come il simbolo stesso del cammino e del pellegrinaggio.  L’origine di tale simbolo è molto complessa e si snoda tra varie leggende che si mescolano a simbolismi pagani e neo cristiani. Una di queste, ad esempio, si riferisce alla sua restituzione al mare, da parte del pellegrino, una volta giunto a termine del cammino.

Attualmente la vieira viene indossata dal principio del viaggio, come simbolo di protezione del pellegrino e elemento identificativo del pellegrino stesso.

Il Cammino di Santiago: il Cammino alla Francese vs il Cammino del Nord

In passato, la maggior parte dei pellegrini che si recavano a Santiago de Compostela provenivano da Francia. Di conseguenza, il Cammino alla Francese, denominato come la Via francese – o la Via Regia, è stato popolarmente utilizzato per secoli secoli. Il viaggio inizia tradizionalmente a Saint-Jean-Pied-de-Port, sul versante francese dei Pirenei, e termina nell’ultima dimora dell’apostolo San Giacomo a Santiago de Compostela.

Santiago de Compostela-la città di San GiacomoD’altro canto, il Cammino del Nord o Via del Nord era originariamente battuto dai pellegrini che volevano evitare le terre a sud, occupate dai musulmani. Questo cammino segue la costa settentrionale della Spagna, offrendo spettacolari vedute sul e del mare. La meta finale del pellegrino è sempre la città di Santiago.

Nel 1993, entrambi i cammini sono stati dichiarati patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Oggi si assiste ad una vera esplosione del Cammino di Santiago, che solo in parte è legato al turismo religioso. Santiago non è solo un santuario terapeutico dove vi si recano i malati in cerca di guarigioni miracolose, ma un simbolo di crescita mentale e spirituale. Un modo per staccare la spina dalle comodità e della stress di tutti i giorni. Un viaggio per chi vuole reinventarsi e scrivere nuove pagine sul proprio diario di vita.

The following two tabs change content below.

Gaia Donelli

Aspirante giornalista, blogger e autrice con la passione per i film in bianco e nero, la lettura, la musica rock e i frappè al cioccolato. Pubblica articoli dal 2015, da quando ha iniziato a scrivere per giornali e blog italiani.

Leave a Reply

 

 

 

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

4.8 5 203
Pellegrinaggi
164
Pellegrinaggio a Lourdes dal 2 al 5 Giugno
13-06-2016
5 5

Con questa mia desidero esprimere i più sinceri complimenti per il garbo, la professionalità, la competenza e la disponibilità con le quali Roberto ci ha accompagnato nel pellegrinaggio.
Essendo diretti in un luogo di culto e di fede, durante il viaggio sia all’andata che al ritorno, ha saputo gestire i momenti di preghiera e di approfondimenti storico culturali senza imporli ma proponendoli con garbo.
Una volta sul posto ha saputo dare ai partecipanti un quadro sufficientemente chiaro ed esaustivo della vita e …

Continua Lettura »

Leggi Tutte le Recensioni »
x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.