Ania Goledzinowska: da Arcore a Medjugorje

Ania Goledzinowska- Da Arcore a Medjugorje

 

Da Arcore a Medjugorje: la storia di Ania Goledzinowska, a lungo top model per Chanel, sembra avere dell’incredibile. Ad un certo punto della sua vita, infatti, ha deciso di dare una svolta ed ha scelto di vivere in una comunità mariana di Medjugorje.

Da Arcore a Medjugorje: la vita di Ania tra party e soldi

È il 2008, e Ania, di origini polacche, è la biondissima dalle gambe lunghe che dà il volto alla maison francese. Ma non solo: è fidanzata con Paolo Emilio Beretta, nipote dell’ex Premier, e frequenta il mondo dello show biz. Dopo aver interpretato il ruolo di Marlyn Monroe alla festa di compleanno di Berlusconi, in quell’anno, (è uscita in bikini dal pacco regalo cantando: “Tanti auguri Presidente!”), aver tenuto parte alle eleganti cene ad Arcore, essere stata contattata da Flavio Briatore per un lavoro al “Billionaire”, la giovane si rende conto che quell’ambiente non fa (più) per lei.

Da Arcore a Medjugorje: la vita di Ania a Medjugorje 

RosarioPer uscire da una profonda depressione, forse legata alle intercettazioni nell’inchiesta Ruby-gate per le serate “Bunga Bunga”, decide senza dubbio di passare da Arcore a Medjugorje. Si ritira in una casa famiglia a Medjugorje e inizia ad abbracciare quella fede che, per anni, aveva rinnegato. Si sveglia alle 5, recita il Santo Rosario, pulisce le stanze, aiuta le suore a coltivare l’orto, stira e cucina.

Si definisce “la prima delle peccatrici”, e vuole rendersi utile in qualche modo, quindi inizia a collaborare con l’associazione “Cuori puri”, guidando quei giovani che decidono di vivere in castità fino al matrimonio.

“Una mattina ho preso due borse, ho preso le poche cose che mi sono venute in mente, ho staccato il cellulare, ho staccato il computer, ho preso la macchina e in undici ore sono arrivata qui. Mi cercavano tutti, dicevano che ero pazza, che sicuramente non era stata una mia scelta, che qualcuno mi aveva fatto il lavaggio del cervello, che mi avevano portato qui con la forza. Mi sono rifugiata in una comunità mariana che mi ha accolto come la loro figlia” confessa ai giornalisti che le domandano se questo suo atto sia una manovra per farsi pubblicità, e ammette che il fidanzato è rimasto sconvolto dalla sua decisione, ma l’ha rispettata.

“Ho abbandonato tutto e non mi manca niente. Ho conosciuto l’amore di Dio, e quando conosci l’amore di Dio nient’altro al mondo ti può dare questa felicità e serenità che io ho adesso dentro” spiega sorridente, e il suo benessere sembra quasi essere contagioso.

Da Arcore a Medjugorje: la rinascita di Ania 

Madonna MedjugorjeA Medjugorje trova l’amore: è lì che conosce Michele Doto, che, nel 2014, diventa suo marito. Una cerimonia molto sentita che si svolge in Italia, ma che non prevede il viaggio di nozze, perché, in quello stesso fine settimana, è previsto un ritiro spirituale dell’associazione “Cuori Puri”.

Anno molto importante, quello, durante il quale pubblica anche due libri in italiano: Dalle tenebre alla luce. La trasgressione più grande oggi è quella di non concedersi e Salvata dall’Inferno.

“Nella vita tante volte ci troviamo davanti a un bivio, ci sono due strade; una è molto larga, molto bella, piena di fiori, gente che balla e che non si preoccupa di niente. Proseguendo pian piano in avanti per questa strada, non si accorgono che alla fine c’è un grande precipizio e purtroppo cadono tutti giù da questo precipizio, nelle tenebre.

Poi c’è un sentiero, un sentiero molto piccolo pieno di sassi, dove la gente è triste, stanca, con le lacrime agli occhi, piena di dolori, la gente che cade ma poi si rialza subito e continua a camminare. Alla fine di questo sentiero c’è un grande giardino. Passata la soglia di questo giardino si trovano in un posto bellissimo, in un posto dove tutti i dolori passano e l’unica cosa che conta è l’amore”.

The following two tabs change content below.

Krizia Ribotta Giraudo

Giornalista, blogger e autrice con la passione per il cinema, la lettura e i viaggi. Pubblica articoli dal 2010, da quando ha iniziato a scrivere per giornali e blog italiani e americani, con cui continua a collaborare. Autrice di un libro per il sociale, sta per esordire come travel blogger con il suo primo ebook dedicato interamente a consigli, recensioni e confidenze sui viaggi.

Leave a Reply

 

 

 

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

4.8 5 203
Pellegrinaggi
164
Pellegrinaggio a Lourdes dal 2 al 5 Giugno
13-06-2016
5 5

Con questa mia desidero esprimere i più sinceri complimenti per il garbo, la professionalità, la competenza e la disponibilità con le quali Roberto ci ha accompagnato nel pellegrinaggio.
Essendo diretti in un luogo di culto e di fede, durante il viaggio sia all’andata che al ritorno, ha saputo gestire i momenti di preghiera e di approfondimenti storico culturali senza imporli ma proponendoli con garbo.
Una volta sul posto ha saputo dare ai partecipanti un quadro sufficientemente chiaro ed esaustivo della vita e …

Continua Lettura »

Leggi Tutte le Recensioni »
x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.