Qual è il tuo pellegrinaggio-tipo?

Grazie a questa piccola guida, potrai stabilire qual è il pellegrinaggio che più ti si addice, che si avvicina alle tue aspettative e ai tuoi desideri.

Partire per un pellegrinaggio ci mette davanti a più scelte e non sempre è facile capire dove vogliamo direzionare il nostro tempo e le nostre risorse. Allora cerchiamo di fare chiarezza con questa piccola guida, una “mappa interiore”.

Qualche domanda preparatoria

GesùInnanzitutto, non prendere questo scritto come un test, di quelli che trovi sul web, tipo “che gatto sei?” “ che personaggio famoso saresti stato?” o altre amenità simili. Prenditi un attimo.

Assicurati un momento per te, per riflettere adesso su cosa stai cercando. Sì, vorresti partire… Sì, ma non sai bene per dove… Capita a molti, non ti preoccupare. Risponditi, lentamente, senza fretta: quanto è forte la mia fede? Quanto mi lascio guidare da essa? Cosa manca a me, per essere più vitale, un vero incendio di vita?

Le risposte possono essere molte, e molto differenti. La casa? L’amore? Il perdono? Avere più scelte? Una saggezza più profonda? Rendere più forte la preghiera? Conoscere le mie radici religiose?

Custodisci le risposte gelosamente. Ogni parola spesa male, magari con la persona sbagliata, toglie un poco di energia a queste piccole ancore della tua crescita nella fede.

Qual è il tuo migliore pellegrinaggio?

Dipende dalle risposte che hai dato, i viaggi importanti sono molti, e ciascuno ha le sue peculiarità.

Se vuoi accostarti alla chiesa storica, immergerti nella storia della fede, aggirarti per una città affascinante, dalla spiritualità spesso sottovalutata, parti per Roma. Roma è farcita di vivacità, di vita ed è l’emittente principale di fede nel mondo. Puoi perderti tra le chiese ed i luoghi di culto, respirando la storia e la memoria. Inoltre, puoi avere l’esperienza di sentire dal vivo una delle voci più vicine al cuore dei cristiani: Francesco Bergoglio.

Potresti invece sentire il bisogno di onorare il lavoro svolto in vita da uno dei suoi predecessori, Karol Wojtyla, un Papa dalla grande capacità di mediazione culturale e di comunicazione. L’inventore delle GMG, le Giornate Mondiali della Gioventù, il primo a dedicare ai giovani uno spazio dirompente nella chiesa tradizionale, spalancando loro le braccia. In questo caso, il consiglio è di omaggiare il nostro Karol andandolo a conoscere nelle sue terre d’origine. Terre dove la fede è stata messa a dura prova durante l’ultimo conflitto mondiale.

CattedraleAltrimenti, se il tuo desiderio è di gioire in un fine settimana di contemplazione delle bellezze naturali e di un santuario che ha del magico, il consiglio è di visitare Tirano, in una culla di montagne meravigliose.

Se avessi necessità di emozioni profonde, di sentire il vortice delle persone che percepiscono lo stesso calore, si scaldano allo stesso fuoco, in una corale preghiera accarezzata dal vento marino; infine di riconoscere con loro la fede, vissuta fino allo stremo da Padre Pio. Allora la risposta è semplice: Pietrelcina e S. Giovanni Rotondo sono la tua meta. Vibrante è la presenza della fede in quei luoghi.

Senti di voler rinfocolare la tua preghiera? Di vivere un’esperienza di fede che accarezza il cuore? Hai bisogno di dolcezza? Con un pellegrinaggio a Medjugorje puoi sentire vicino, più vicino che mai, Dio, e la sua voglia di parlare con noi, con te.

L’esistenza della sofferenza è un dilemma annoso per il cristiano, e purtroppo mal compreso e gestito con pietismo. La sofferenza spaventa, ci lascia senza parole né armi, ci fa fare i conti con la nostra nudità ed impotenza. Un pellegrinaggio a Lourdes, dove l’esperienza della sofferenza, della fragilità umana è accompagnata dalla fede, può farti provare sulla tua pelle la forza della resilienza, dell’accettazione e della guarigione, triplice forma della stessa fede.

Infine, se vuoi provare un’esperienza totalizzante, se il tuo bisogno non è solo leggere il Vangelo o ascoltare passi della Bibbia; ma sentirti dentro, proprio tu, nelle pagine di quei libri immensi, parti per la Terra Santa. Qui si trova la fonte, l’origine. Ogni passo, ogni respiro sono amplificati, nella portata e nell’intimo significato di ciascuno; se vissuto con raccoglimento, il pellegrinaggio in terra santa può rivelarsi davvero un viaggio nel tempo, un viaggio profondo dentro di noi.

Prima di scegliere definitivamente… una riflessione

Ci sono luoghi che sono di indubbio magnetismo, siano essi templi buddisti, siano sinagoghe, siano grandi moschee, cattedrali o sperduti villaggi nell’est Europa, siano essi città trafitte da profonde incomprensioni o santuari magnifici costruiti ed arricchiti nei secoli. Oltre ai mattoni, alle ceramiche, alle tegole, alle statue, ai candelabri, ai portoni, ai gradini, ci sono i respiri di milioni di fedeli.

Ci sono le loro preghiere sussurrate, ci sono centinaia di migliaia di parole dette a proprio conforto, per farsi forza, per andare avanti. Milioni di preghiere, come fumo d’incenso, che salgono dalle labbra di chi, chinando il capo con umiltà ad un volere superiore, ne accetta incondizionatamente l’amore.

Puoi permetterti di perderlo?

Pentimento

Chi vorresti come compagno di viaggio?

Ora che hai individuato la tua destinazione, scegli un compagno di viaggio. Una persona che sappia parlare, ma sopratutto che capisca quando tacere. Una persona con cui vuoi dividere il tuo tempo, la tua gioia, un’esperienza di fede. Una persona di giudizio, ma che giudichi poco. Una persona che sappia essere forte, ma sopratutto che sappia commuoversi.

L’hai scelta? Bene, adesso, e solo adesso, puoi partire.

The following two tabs change content below.

D'ario

Sono D'ario, amo viaggiare con il corpo e con la mente. Dei posti che visito amo scoprire due tipi di luoghi: dove gli uomini "fanno", vecchie botteghe, vecchi saperi, vecchi gesti; e dove gli uomini pregano. Perciò amo i santuari, gli eremi, le cattedrali, le chiese di campagna, i monasteri. E tutto ciò che avvicina l'uomo al senso del tempo e dello scorrere della vita.

Leave a Reply

 

 

 

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

4.8 5 203
Pellegrinaggi
164
Pellegrinaggio a Lourdes dal 2 al 5 Giugno
13-06-2016
5 5

Con questa mia desidero esprimere i più sinceri complimenti per il garbo, la professionalità, la competenza e la disponibilità con le quali Roberto ci ha accompagnato nel pellegrinaggio.
Essendo diretti in un luogo di culto e di fede, durante il viaggio sia all’andata che al ritorno, ha saputo gestire i momenti di preghiera e di approfondimenti storico culturali senza imporli ma proponendoli con garbo.
Una volta sul posto ha saputo dare ai partecipanti un quadro sufficientemente chiaro ed esaustivo della vita e …

Continua Lettura »

Leggi Tutte le Recensioni »
x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.