Sacro Cuore di Gesù: cos’è e quand’è nata questa devozione

sacro cuore di gesù

 

La devozione al Sacro Cuore di Gesù ha origine nelle Sacre Scritture, e la si trova, in particolare, in San Giovanni, l’apostolo più amato, che durante l’Ultima Cena china il capo sul petto di Cristo.

Bisogna poi aspettare fino al tardo Medioevo, quando questo culto viene ripreso dalla corrente mistica tedesca, in particolare con Matilde di Magdeburgo, Matilde di Hackeborn, Gertrude di Helfta e Enrico Suso.

Ma in che cosa consiste esattamente questa festa liturgica?

Sacro Cuore di Gesù e le apparizioni a suor Margherita Alacoque

Per capire meglio come e perché si è iniziata questa devozione per il Sacro Cuore di Gesù, bisogna collegarsi alla figura di suor Margherita Alacoque, dotata di mistici doni. A partire dal 1673, all’età di 26 anni, iniziò ad avere una serie di apparizioni proprio del Sacro Cuore.

Sacro Cuore di Gesù- Apparizione a santa Margherita Maria AlacoqueDurante la terza manifestazione, Gesù le si presentò con cinque piaghe fiammeggianti, che uscivano per lo più dal petto. Le chiese di prostrarsi per un’ora, nella notte tra il giovedì e il venerdì, con la faccia a terra, e di ricevere l’Eucarestia ogni primo venerdì del mese. In particolare, le rivelò: “A tutti quelli che, per 9 mesi consecutivi, si comunicheranno (riceveranno il Corpo di Cristo) al primo venerdì di ogni mese, Io prometto la grazia della perseveranza finale e della salvezza eterna”.

Da queste due richieste di Cristo derivano due elementi dell’attuale devozione al Sacro Cuore: l’Ora Santa di riparazione ai torti subìti dal Cuore del Figlio di Dio, e la Comunione nel giorno stabilito durante quell’apparizione di circa 346 anni fa.

Nella quarta manifestazione, quella più importante, avvenuta nel 1675, otto giorni dopo il Corpus Domini, suor Margherita ricevette un messaggio fondamentale: “Ecco quel Cuore che ha tanto amato gli uomini da non risparmiare nulla fino al sacrificio supremo, senza limiti e senza riserve, per dimostrare il suo amore. La maggior parte di essi, però, mi ricambia con l’ingratitudine, che manifestano con irriverenze, sacrilegi e con l’apatia e il disprezzo verso di me, in questo sacramento d’amore. Ma ciò che maggiormente mi affligge è il vedermi trattato così anche da cuori a me consacrati”.

Con questa riflessione, Gesù chiese esplicitamente alla Santa che venga dedicata una festa particolare in onore del Suo Cuore nel primo venerdì dopo l’ottava del Corpus Domini. In quell’occasione, era necessario ricevere l’Eucarestia e fare “un’ammenda d’onore per riparare tutti gli oltraggi ricevuti durante il periodo in cui è stato esposto sugli altari”.

Sacro Cuore di Gesù: la festa liturgica

Sacro Cuore di Gesù- PreghieraLa festa liturgica del Sacro Cuore di Gesù venne celebrata per la prima volta nel 1685, in Francia, a Paray-le-Monial, la città in Borgogna dove sorgeva il monastero di suor Margherita.

A partire dal 1856, papa Pio IX la estese a tutta la Chiesa, e nel 1899, con l’Enciclica Annum Sacrum, Leone XIII stabilì che l’Anno Santo, il 1900, fosse dedicato al Sacro Cuore.

Il 21 luglio 1899 approvò le Litanie e la pratica del primo venerdì del mese, e il 31 dicembre consacrò il mondo intero al Sacro Cuore di Gesù.

The following two tabs change content below.

Krizia Ribotta Giraudo

Giornalista, blogger e autrice con la passione per il cinema, la lettura e i viaggi. Pubblica articoli dal 2010, da quando ha iniziato a scrivere per giornali e blog italiani e americani, con cui continua a collaborare. Autrice di un libro per il sociale, sta per esordire come travel blogger con il suo primo ebook dedicato interamente a consigli, recensioni e confidenze sui viaggi.

Leave a Reply

 

 

 

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

4.8 5 203
Pellegrinaggi
164
Pellegrinaggio a Lourdes dal 2 al 5 Giugno
13-06-2016
5 5

Con questa mia desidero esprimere i più sinceri complimenti per il garbo, la professionalità, la competenza e la disponibilità con le quali Roberto ci ha accompagnato nel pellegrinaggio.
Essendo diretti in un luogo di culto e di fede, durante il viaggio sia all’andata che al ritorno, ha saputo gestire i momenti di preghiera e di approfondimenti storico culturali senza imporli ma proponendoli con garbo.
Una volta sul posto ha saputo dare ai partecipanti un quadro sufficientemente chiaro ed esaustivo della vita e …

Continua Lettura »

Leggi Tutte le Recensioni »
x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.