San Giacomo, il martire padre del pellegrinaggio in Europa

Santiago de Compostela-la città di San Giacomo

 

Discepolo di Cristo e protettore dei pellegrini, viandanti, cavalieri e soldati, San Giacomo è il primo dei dodici a morire come martire nel 42 per mano di Erode Agrippa I. Le sue spoglie, traslate da Gerusalemme al nord della Spagna, sono diventate oggetto di molti pellegrinaggi. Il Cammino di Santiago, è ancora oggi battuto da pellegrini provenienti da ogni dove, tant’è che fu dichiarato Primo Itinerario Culturale Europeo nel 1987 e Patrimonio dell’Umanità nel 1993.

Chi era San Giacomo?

Chiamato il “Maggiore” per distinguerlo dall’apostolo Giacomo di Alfeo. Lui ed il fratello Giovanni Evangelista sono figli di Zabedeo, umile pescatore, e di Salome, anche lei discepola del Figlio del Signore. Chiamato poi da Gesù, si unirà, insieme al fratello, ai suoi seguaci.

San Giacomo presenziò a due dei momenti più importanti della vita del Messia cristiano: la trasfigurazione sul monte Tabor e l’Orazione nell’orto degli Ulivi luogo in cui Gesù venne arrestato a causa del tradimento di Giuda. Dopo la morte di Cristo, San Giacomo assistette al suo ultimo miracolo, la sua apparizione sulle rive del lago Tiberíades.

San Giacomo il MaggioreAppassionato ed impetuoso, il Figlio del Tuono, appartenne al gruppo iniziale della Chiesa primitiva di Gerusalemme, dove, insieme a Pietro e Giovanni, rappresentava una delle sue tre colonne portanti.
Grazie al suo lavoro di evangelizzazione gli si aggiudicò il territorio peninsulare spagnolo, in concreto la regione del nord-ovest, conosciuta allora come Gallaecia, oggi Galizia. Lì il Maggiore reclutò sette uomini apostolici che ricevettero l’ordine di diffondere la Parola di Dio.

San Giacomo, il primo apostolo martire

Tornato a Gerusalemme, per accompagnare la Vergine Maria al momento della sua morte, San Giacomo fu torturato e decapitato nella primavera dell’anno 42 per ordine di Erode Agrippa I, re della Giudea. “Il re Erode cominciò a perseguitare alcuni membri della Chiesa e fece uccidere di spada Giacomo, fratello di Giovanni” (Atti cap. 12). Re Erode, come altri dopo di lui, saranno ricordati dalla storia come re detestati che hanno cercato popolarità colpendo e martirizzando i cristiani.

San Giacomo e la leggenda del Santo Matamoros

Dopo le torture e la decapitazione avvenuta a Gerusalemme, i suoi discepoli ne trafugarono la salma che riuscirono a portare, in modo miracoloso, fino settentrionale della Spagna, sulle coste della Galizia. Il sepolcro contenente il suo corpo fu dimenticato per secoli e riscoperto durante il periodo Carolingio, nei primi anni della guerra contro i Mori, in seguito ad una visione luminosa.  Dopo questo evento miracoloso il luogo venne denominato campus stellae, dal quale deriva il nome di Santiago de Compostela, capoluogo della Galizia.

Eventi miracolosi avrebbero segnato la scoperta di San Giacomo, come la sua apparizione alla guida delle truppe cristiane della reconquista, nella battaglia di Clavijo combattuta il 23 maggio 844, alla quale San Giacomo avrebbe preso parte in sella ad un cavallo bianco per sostenere l’esercito saturiamo messo in difficoltà dai nemici. Da questo episodio discende la diffusissima rappresentazione di Santiago Matamoros, ossia “ammazza mori”, in cui il santo compare in sella ad un destriero bianco, con la spada sguainata nella mano destra, mentre il cavallo schiaccia un Moro disarmato, caduto a terra.

San Giacomo

San Giacomo, il Padre del pellegrinaggio

Il luogo della sepoltura di San Giacomo divenne meta di grandi pellegrinaggi nel Medioevo, tanto che prese il nome di Cammino di Santiago e nel 1075 iniziarono i lavoro per la costruzione della maestosa basilica a lui dedicata, meta finale del celeberrimo Cammino di Santiago.

Il pellegrinaggio a Santiago de Compostela divenne uno dei tre principali pellegrinaggi della Cristianità medievale. Gli altri erano quelli che portavano a Gerusalemme, alla tomba di Gesù e a Roma, alla tomba dell’apostolo Pietro, facendo assurgere la figura del vescovo di Santiago al livello delle più importanti figure della cristianità.

 

The following two tabs change content below.

Gaia Donelli

Aspirante giornalista, blogger e autrice con la passione per i film in bianco e nero, la lettura, la musica rock e i frappè al cioccolato. Pubblica articoli dal 2015, da quando ha iniziato a scrivere per giornali e blog italiani.

4 comments to San Giacomo, il martire padre del pellegrinaggio in Europa

Leave a Reply

 

 

 

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

4.8 5 203
Pellegrinaggi
164
Pellegrinaggio a Lourdes dal 2 al 5 Giugno
5 5

Con questa mia desidero esprimere i più sinceri complimenti per il garbo, la professionalità, la competenza e la disponibilità con le quali Roberto ci ha accompagnato nel pellegrinaggio.
Essendo diretti in un luogo di culto e di fede, durante il viaggio sia all’andata che al ritorno, ha saputo gestire i momenti di preghiera e di approfondimenti storico culturali senza imporli ma proponendoli con garbo.
Una volta sul posto ha saputo dare ai partecipanti un quadro sufficientemente chiaro ed esaustivo della vita e …

Continua Lettura »

Leggi Tutte le Recensioni »
x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.